Un’eroina coraggiosa e determinata disposta a tutto pur di salvare chi ama. Un antieroe maledetto, pericoloso quanto affascinante. Un mix di fantascienza e erotismo che non credevi possibile e che invece funziona eccome.

Titolo: Nei Pensieri del Nemico
Autore: Monia Scott
Genere: fantascienza/erotico

Trama: Alpha Centauri. Lilyth Wild, giovane studentessa universitaria terrestre,  coinvolge il comandante della stazione spaziale, il Cyborg Jonathan Mondrian, in una sua ricerca universitaria sugli equilibri tra le varie razze aliene. In realtà Lilyth è la sorella di Tiger, il capo dei ribelli di Alpha Centauri, ed è in missione segreta. Una missione che la porta a scontrarsi col Comandante e il suo senso del dovere.

Recensione

La fantascienza non è affatto facile da scrivere, me ne sono resa conto anche con questo libro. Mi ha colpito soprattutto l’impegno sull’ambientazione e sul worldbuilding. Monia è riuscita a dipingere un futuro molto credibile e una location, la stazione di Alpha centauri, pensata nei minimi dettagli e descritta senza spiegoni ma con vari accorgimenti azzeccati, ad esempio i protagonisti che osservano un modellino interattivo della base.

Personaggi

Ovviamente come personaggio preferisco Jonathan, visto che sono sensibile al fascino del bad boy.

Jonathan Mondrian è un Cyborg, il temutissimo e affascinante Comandante della stazione spaziale, sospettato delle peggiori atrocità contro qualsiasi ribelle. Ogni suo dialogo è intriso di sarcasmo e di malizia verso quella terrestre che ha il coraggio di fingersi studentessa. Mi piace che non sia veramente il classico cattivo, ma lui e Lilyth hanno semplicemente interessi contrapposti. La ragazza non ha quindi la necessità di “redimerlo”, ma solo di aprirgli gli occhi.

Lilyth Wild è meno appariscente ma è un personaggio ben costruito. Vari capitoli vengono dedicati al suo passato sulla terra di ragazza di campagna, con anche lezioni di equitazione. Lei e suo fratello Tiger, in parte indiani, comunicano in codice usando la  lingua indiana cherokee, un particolare che forse è preso dalla seconda guerra mondiale. Con il cyborg, Lilyth fa molto contrasto perchè l’uno rappresenta la forza, la modernità e la tecnologia mentre lei incarna la dolcezza, le tradizioni antiche e il contatto con la natura.

Il genere

Il libro ha due anime, erotico e fantascienza, trattate entrambe con lo stesso rispetto. Di solito non leggo erotici, però anche qui mi sono resa conto di come non sia facile scrivere scene d’amore, perchè bisogna evitare la gratuità, la ripetitività e soprattutto devono essere piacevoli da leggere.

Alcune scene amorose si inseriscono nella trama e la mandano avanti. Scandiscono il cambio di rapporto tra i personaggi oppure i due, attraverso il sesso, riescono a risolvere un problema momentaneo. Ammetto infine di aver apprezzato veramente alcune scene (il fatto che Jonathan sia un figo aiuta molto). Soprattutto il loro primo approccio viene molto desiderato dal lettore visto che c’è un crescendo di tensione romantica.

Secondo me invece andavano ridotte o sfumate le scene erotiche che non mandavano avanti la trama, anche perchè l’intreccio di fantascienza era davvero interessante, volevo scoprire il piano di Lilyth e suo fratello e alcune “interruzioni” le avrei evitate.

Anche se il libro è corposo come numero di pagine, non me ne sono accorta, l’ho bevuto in pochi giorni. Credo ci sia stato uno studio dietro anche sulla leggibilità, visto che ho sgamato tanti accorgimenti per evitare spiegoni.

Un mix che sulla carta mi avrebbe spiazzato si è rivelato davvero un bel romanzo, il che dimostra che tutti dobbiamo provare qualcosa di nuovo, senza guardare troppo al genere o ai nostri preconcetti.

Dove ho letto questo libro

Angolo dedicato ai posti strani in cui leggo.

Forse ho battuto il record, perchè ho letto le ultime pagine in un pulmino che doveva portarmi al matrimonio sulla spiaggia di due irlandesi a Creta. Invece che socializzare in inglese con la madre americana della sposa (c’erano 5 nazionalità a quel matrimonio), ho preferito scoprire la fine di Jonathan e Lilyth

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *