La donna in piedi davanti a un tavolo di madreperla, fasciata in un haik grigio chiaro che le lasciava scoperto solo il viso, mi accolse a braccia aperte. La strinsi a me con lo slancio di un bambino separato troppo a lungo dalla madre. Notai quanto fossi cresciuto dall’ultima volta: il suo viso, in cui campeggiavano due occhi d’ebano simili ai miei e un naso grosso e aquilino, ora si abbandonava sul mio petto e le mie braccia riuscivano a cingerla per intero.


Salima è la sorellastra maggiore di Yohnna, figlia del ricco mercante che ripudiò la madre del protagonista. Affezionata a Yohnna in modo morboso, si oppone alla sua scelta di diventare un mercenario perché considera il nostro eroe ancora un bambino. Il suo passato nasconde un terribile segreto che la porta a viaggiare per il mondo armata di frecce d’oro e a progettare le sue mosse su fogli pieni di calcoli. Yohnna avrà il compito di scoprire tutta la verità su di lei e dovrà dimostrarle di essere un uomo per conquistare la sua fiducia.

Frase chiave

Quando i tuoi avversari sono più forti di te non ti resta che superarli in ingegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *